Il matrimonio di Laura e Alberto

ago
2015
10

scritto da on Home, home

2 commenti

 

Venerdì 31 Luglio si sono sposati Laura e Alberto, dopo un bel po’ di anni assieme-mi sembra si siano conosciuti al primo anno di Università. Ho sempre odiato le cerimonie, ho sempre odiato far foto, ma le nozze del figlio non possono essere evitate e devo ammettere che con le tecnologie moderne fare foto è un piacere (comunque da centellinare, secondo me…). Ovviamente ne ho fatte un po’ con il cellulare, e ho deciso di metterle qui, con qualche commento ispirato dai pensieri di questa giornata particolarmente intensa.

Cominciamo con il pre-nozze, ovviamente con il nipotino Matteo, che non vedevo da un po’. Ha cinque anni e mezzo, a da qualche mese gli è scoppiata la mania del calcio. Da giocare, da guardare in tv, da parlarne con chiunque. Assorbe tutto, e vuol giocare con chiunque: coetanei, genitori, nonni, secondo me tra un po’ cerca di insegnare ai cani. E’ per me una grande tenerezza, perché io ero così, non lo è stato nessuno dei miei tre figli, e quindi ecco che vedo una cosa trasmessa dal nonno. Il regalo più bello che ha avuto quest’anno? Eccolo

Matteoinporta

 

 

 

 

La porta regalata dal nonno è un passaggio obbligato per chiunque cerchi di attirare la sua attenzione.

Ma torniamo al matrimonio. E naturalmente cominciamo dalla chiesa.

Lachiesa

 

 

 

 

 

 

 

E’ dedicata a Sant’Alessandro, sta in cima a una scalinata, ed è una delle più antiche in zona, è stata infatti costruita nel dodicesimo secolo. La scalinata è stata una prova dura da affrontare per le signore con i tacchi, cioè per tutte le signore. Che se la sono cavata benissimo, sposa compresa, la quale è arrivata  con puntualità svizzera, esattamente mezzora dopo l’orario previsto, cosa che comunque ci era stata comunicata con anticipo. 

 

3

 

 

 

 

 

 

Eccola Laura, nel suo bellissimo vestito. Ed ora due foto in chiesa.

 

 

 

65

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si nota che gli sposi sono rilassati, e si nota anche chi aveva il compito di portare le fedi al prete…

 

Ci si sposta poi alla Villa dove è prevista la festa, con aperitivo, cena e dopocena. E’ sempre bella la Villa, se poi ci si mette anche il tempo a favorire le cose, diventa anche magica. Ecco alcune foto che lo testimoniano.

 

14

 

 

12

 

 

 

 

8

 

 

 

 

 

Ed ecco uno dei panorami più belli, vista sull’Alserio, splendido laghetto di origine morenica.

10

 

 

 

 

Ora i fratelli dello sposo. Cominciamo dal primo, Andrea, il papà di Matteo. E già che ci siamo, anche una foto della mamma…non c’è che dire, una gran bella coppia.

 

 

17

 

 

 

 

26

 

 

 

 

Ed ecco il secondo, lo psicologo emigrato a Genova.

 

16

 

 

 

 

Non posso esimermi dal raccontare uno scambio di battute con lui, quando mi ha detto che sta proprio molto bene nell’appartamentino, con studio, dove vive a Genova e dove suo padre ha vissuto per qualche anno.  Al mio “certo, è grazioso, molto comodo, l’unico vero problema è il posteggio, non si trova mai, scomodo per i pazienti che ti vengono a trovare”, mi ha risposto “nessun problema, c’è sotto casa il parcheggio del supermercato, ho parlato col direttore, mi lascia posteggiare i pazienti ed io in cambio dico loro che per poter posteggiare lì devono, o prima o dopo, fare la spesa”. Sono rimasto senza parole: questo ragionamento mostra che ha davvero scelto il lavoro giusto!! Ma ora passiamo ad altro.

19

 

 

 

 

Qui Alberto è con la mamma, complimenti a lei per tutta l’organizzazione…

Adesso tocca a Matteo, che ha approfittato del fatto che per tenere a bada un certo numero di bambini ci fosse una ragazza che li faceva divertire.

25

 

 

 

 

Ed ora qualche ulteriore foto degli sposi.

20

 

 

 

 

21

 

 

 

 

27

 

 

 

 

Ed eccoci al taglio torta.

 

28

 

 

 

 

 

 

 

Sono così belli che persino la prossima foto ci può stare…papà orgogliosissimo…

 

18

 

 

 

 

 

 

Per concludere con le foto, poteva mancare la musica? Certo che no. Ecco allora il gruppo che ci allietato…

 

13

 

 

 

 

Giovani e molto brave. Hanno ricevuto un sacco di complimenti. Una di loro, dopo che le ho detto tutto il mio apprezzamento, mi ha detto: prof, ho fatto con lei l’esame di Game Theory…” Che potevo rispondere? “Spero sia andato bene”. “Benissimo grazie”. Per fortuna..

Per concludere, sapevo che sarebbe andato tutto bene. Così bene però non me lo aspettavo. Laura e Alberto hanno preparato tutto nei minimi particolari (per dire, Laura ha lavato il riso perché non sporcasse i vestiti). Non mi aspettavo però che sarebbero stato così sorridenti, così rilassati, e così ben organizzati. E poi complimenti a tutti i loro amici. So quanto sia facile in queste occasioni eccedere in modo per loro lecito per noi di altre generazioni molto meno. Ebbene, il comportamento di tutti, fino a quando l’ultimo adulto (io …) si è eclissato, è stato ineccepibile. Poi si sono chiusi in salone, e fino alle sei credo abbiano impazzato…scelta molto intelligente, non si sono fatti mancare i divertimenti un po’ meno standard, stando comunque attenti a non urtare alcuna suscettibilità.

Grazie davvero Laura e Alberto!

 

 

2 comments on “Il matrimonio di Laura e Alberto

  1. Gina Falsetto on said:

    Ciao Roberto – I was so happy to find this blog! And to see that Alberto got married is just wonderful, fantastic news. I hope you are doing well. Things with me are great. I am still in San Francisco, recently retired from my job (well, I have to go find a new job, but right now I’m having fun), and 13 years married to Warren. We are very happy! Please write and tell me how you are doing.
    Abbracci,
    Gina

  2. Anche se un po’ in ritardo, faccio le mie congratulazioni a Laura e Alberto.
    Bellissima sintesi, Roberto!

Rispondi a Gaia Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

I tag HTML non sono ammessi